Auto elettriche in Norvegia, primi segnali di disaffezione

Si pagano pedaggi e sosta, con entrate fiscali giù di 2,5 mld

Credits: http://www.ansa.it/canale_motori/notizie/analisi_commenti/2019/07/23/auto-elettriche-in-norvegia-primi-segnali-di-disaffezione_9fab316c-e81b-4a24-9136-43af882059f8.html

Parlando di auto e di ecomobilità, la Norvegia, a cominciare dal principe ereditario Haakon, si sta spostando sempre più verso l’elettrico, tanto che a fine anno – lo ha dichiarato Christina Bu, segretario generale dell’Associazione Norvegese Veicoli Elettrici – si dovrebbe superare il fatidico 50% delle immatricolazioni di EV rispetto alle altre tipologie di motori.

Un rapporto, recentemente pubblicato in Francia da Autoactu, evidenza però un mutamento nell’atteggiamento delle autorità e di molti altri attori della mobilità in quel Paese.
E’ il caso dei pedaggi urbani, che stanno aumentando anche per le auto elettriche: un utente che possiede il suo quinto EV, afferma ad esempio che la spesa giornaliera è passata dal corrispettivo di 10 dollari a 15 dollari. Stanno scomparendo alcuni vantaggi specifici, come la sosta gratuite o la ricarica delle batterie nei parcheggi pubblici a costo zero.

CONTINUA A LEGGERE: http://www.ansa.it/canale_motori/notizie/analisi_commenti/2019/07/23/auto-elettriche-in-norvegia-primi-segnali-di-disaffezione_9fab316c-e81b-4a24-9136-43af882059f8.html