Nel 2030 la maggior parte delle auto avrà ancora un motore termico

Secondo un’intervista rilasciata da Bosch la rivoluzione delle auto elettriche tarda ad arrivare

Gli elementi che produce e distribuisce spaziano dalle piccole parti per gli impianti di bordo fino a dispositivi anche molto complessi che rendono possibile la guida autonoma dei veicoli, grazie all’intelligenza artificiale. Per quanto riguarda i tempi e le conseguenze del passaggio verso la mobilità elettrica arrivano delle conferme proprio da Bosch, grazie a una recente intervista fatta a Stefan Hartung che guida il settore Mobility Solutions.

Egli ha parlato di una serie di cambiamenti che caratterizzeranno produzione e mercato nei prossimi dieci anni e che comunque, ci teniamo a sottolinearlo, vedono ancora una grande maggioranza di propulsioni termiche alla scadenza del 2030. Hartung ha infatti dichiarato: “Se guardiamo al 2030, circa tre quarti di tutti i veicoli avranno ancora un motore a combustione, anche se molti saranno assistiti dall’elettrificazione. E ci saranno propulsori benzina e diesel molto puliti, anche se più dovremo impegnarci per una combustione sempre più pulita e più dovremo applicare sistemi per il controllo delle emissioni’”.

CONTINUA A LEGGERE: .https://motori.virgilio.it/green/2030-maggior-parte-auto-motore-termico/128748/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...